Intervista doppia: Il Grande Gatsby – Libro e Film(2013)

190 film 190 GatsbyVi presentiamo oggi un esperimento nuovo per il nostro blog, l’intervista doppia. Chi di voi ha letto le informazioni su questo spazio virtuale saprà che viene portato avanti da due persone, con gusti letterari e personali eterogenei tra di loro e questo ci ha permesso di non “scontrarci” quasi mai in quello che presentavamo periodicamente.Questa volta invece abbiamo letto e visto entrambi lo stesso film e ci è sembrato simpatico presentare le nostre impressioni in questa formula per noi nuova e mi auguro di riuscire a proporne magari coinvolgendo qualche altro collega/blogger (si ho già in mente qualcuno!!!)

1) Hai letto il libro?

Alessandro Cruciani: Sì, letto alcuni anni fa.

Gc: Si e finito alcuni giorni prima di vedere il film.

2) Hai visto il film?

Alessandro Cruciani: Sì, malauguratamente sono andato al cinema che lo proiettava solo in 3D. Ah, l’anno scorso ho visto anche quello del 1974 di Jack Clayton con Robert Redford e Mia Farrow.

Gc: Visto all’ultimo spettacolo disponibile con inizio a mezzanotte, quattro presenti in sala, unica pecca lo schermo e la proiezione veramente pessimi.

3) In ordine cronologico cosa hai visto/letto prima?

Alessandro Cruciani: Prima ho letto il libro e poi visto le due versioni cinematografiche.

Gc: Libro e subito dopo il film ma proprio di alcune settimane.

4) Hai mai letto altro di Francis Scott Fitzgerald? Che opinione hai dell’autore?

Alessandro Cruciani: Come si evince da alcune recensioni in questo blog ho letto altro, in realtà tutti i suoi romanzi principali e una raccolta di racconti (Maschiette e filosofi) ed è uno dei miei scrittori preferiti. Quando lessi il Grande Gatsby quello che mi colpì, più che la storia o il significato che quella rappresentava per l’immagine dell’America dell’epoca, fu lo stile. L’allusività magica, così chiamata, che ho riscontrato nelle altre sue opere fatta di sfumature in grado di rendere malinconiche atmosfere.

Gc: Ho letto solamente “il Grande Gatsby” soprattutto dopo le opinioni entusiaste del mio socio di blog e ora socio di intervista. Difficile dare un opinione netta e precisa sull’autore da un unico titolo. Attualmente non ho in programma altre sue opere ma è sicuramente un autore che non passa indifferente.

5) Hai visto altri film di Baz Luhrmann? Che opinione hai del regista?

Alessandro Cruciani: Di Luhrmann ho visto Romeo+Juliet e Moulin Rouge ed effettivamente, almeno dal punto di vista estetico, ha delle soluzioni che mi convincono. Romeo+Juliet è stato uno dei miei cult dell’adolescenza e l’idea di ambientare la celebre vicenda shakesperiana ai giorni nostri, mantenendo dialoghi teatrali la trovo tuttora interessante. Le sue rivisitazioni in chiave pop mi piacciono, senza però esagerare ecco.

Gc: Nota dolente. Non sono un amante ne un appassionato di cinema e in tutta sincerità ne capisco pure poco. La mia conoscenza è così ristretta che non saprei neanche dire se io abbia mai già visto prima qualcosa del regista.

6) Quanta attinenza hai trovato nel film rispetto al racconto?

Alessandro Cruciani: In linea di massima la storia viene ripresa piuttosto fedelmente, ma forse in questo caso la spettacolarità e la sfarzosità non le ho trovate proprio azzeccate. Per rifarmi alla domanda 4, ho sempre amato l’atmosfera sognante e delicata dei romanzi di Fitzgerald e in questo film è stata lasciata da parte per raccontare un melò in salsa pop.

Gc: Attinenza tanta, la trama non tralascia veramente nulla di quello narrato nel libro quello che forse è stato modificato è il peso e il valore di alcune parti. Solo a titolo d’esempio; nel libro avevo amato l’ultima parte nella quale è presente il funerale e sono dell’avviso che rappresenti una delle scene chiave attraverso la quale si dissolveva il disincanto delle feste iniziali, purtroppo ho trovato che sia stata invece troppo sottovalutata nel film. Forse l’attenzione estatica ha distolto e sottratto importanza a qualche discorso più critico e riflessivo presente nel libro.

 

7) Nello specifico come pensi sia stata trattata l’età del Jazz paragonando libro e film?

Alessandro Cruciani: Nello specifico invece l’età del jazz frullata da Luhrmann nell’eccesso dell’attuale musica pop non m’è dispiaciuta. In fondo le feste da Gatsby uno se le immaginava in quell’ordine di dimensioni.

Gc: Ho trovato questa generazione ben rappresentato, per lunghi momenti ho respirato più gli anni 20-30 nel film che non nel libro. Mi è piaciuto molto come è stato trattato e rappresentato l’alcool nei suoi effetti. Quello che proprio non ho gradito è stata la scelta musicale, avevo già in parte criticato la poca “musicalità” del libro e qui mi ritrovo una colonna sonora del tutto stravolta, queste rivisitazioni non le amo e in questo caso ancora di più le ho trovate gratuite e ingiustificate.

8) Che ne pensi di Gatsby/Di Caprio

Alessandro Cruciani: Non amo particolarmente Di Caprio, molto banalmente non lo apprezzo fisicamente, ha ancora il viso da ragazzo e il doppiaggio italiano di certo non aiuta. Ho avuto modo di apprezzarlo invece in Django Unchained dove, visto il film in v.o., sono riuscito a percepire in effetti una discreta bravura e in Gatsby si comporta egregiamente come suo solito.

Gc: Non ho proprio gli strumenti per poter giudicare il lavoro svolto da un attore. Credo che sia un bravo attore e quell’espressione un po’ sorniona l’ho trovata azzeccata per la parte.

9) Che ne pensi degli altri personaggi/attori

Alessandro Cruciani: Tutti nella parte, spezzo una lancia a favore di Carey Mulligan (Daisy) che, oltre ad essere a mio avviso una delle attrici più belle ora in circolazione, è davvero brava nel rendere la fragilità e l’evanescenza di un personaggio come quello di Daisy.

Gc: Leggasi risposta numero 8. Forse ho trovato l’aria di Tobey Maguire un po’ troppo innocente e ingenua per il personaggio da interpretare.

10) In conclusione ti è piaciuto il film rispetto al libro?

Alessandro Cruciani: Come nel 90% dei casi anche qui il libro non si batte, due stili completamente diversi, entrambi interessanti e non paragonabili certo, ma il libro e lo stile di Fitzgerald sono una magia unica per me

Gc: Libro. Letteratura e Cinema hanno due linguaggi diversi e delle prerogative diverse è quindi naturale che nella trasposizione qualcosa si perda qualcosa ci guadagni, l’impressione è che ci abbia guadagnato troppo l’occhio rispetto e perso un pò tutto il resto.

11) Dai un voto al film

Alessandro Cruciani: 7/10 – ma io non sono uno che di solito dà voti e non mi so regolare, in questo caso colonna sonora e messa in scena le ho premiate)

Gc: 6,5/10

12) Dai un voto al libro

Alessandro Cruciani: 8,5/10 (anche solo per avermi spinto a leggere altro dell’autore)

Gc: 8 – Come ho già detto nella recensione alcune pagine sono indimenticabili.

13) Saluta gli amici del blog

Alessandro Cruciani: Chiunque voi siate, continuate a seguirci nonostante questa intervista doppia.

Gc: Siete arrivati fino all’ultimo domanda, complimenti!!! Malgrado la ritrosia del mio socio spero che questo espediente possa essere riproposto più spesso.

Annunci

4 thoughts on “Intervista doppia: Il Grande Gatsby – Libro e Film(2013)

  1. Pingback: A Trial To Watch

  2. Anche io ho dato un 7 al film…dell’atmosfera magica del romanzo rimane ben poco ma costumi e colonna sonora li trovo azzeccati (in pieno stile Luhrmann)! E ho amato particolarmente Di Caprio ben calato nella parte. Di primo impatto (appena uscita dal cinema) ero però rimasta abbastanza delusa: lo scontro tra immaginazione e realtà cinematografica è sempre uno shock!

  3. un’idea davvero simpatica. il miglior pregio del film le ambientazioni, lo sfarzo e le colonne sonore. 🙂 non ho ancora avuto tempo di leggere il libro, ma grazie a voi mi metterò al passo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...