Gli abitanti di Hemsö (1888) di August Strindberg

$T2eC16d,!zoE9s5ngHcdBQF45g4BcQ~~60_35L’edizione di questo romanzetto è quella de La Repubblica contenente anche “Il capro espiatorio” che probabilmente in molti avranno visto sulle bancarelle dei libri usati, luogo dove tempo fa e senza alcuna motivazione particolare mi decisi ad acquistarlo. Dopo un’interessante premessa sulla vita e le opere del drammaturgo/scrittore Strindberg sono entrato nel vivo del romanzo e la lettura è stata appassionante. Tutto mi credevo, incappando in questo – per me – sconosciuto autore svedese, tranne che avrei letto una storia frizzante, ritmata, quasi ironica, piena di dialoghi e ricche descrizioni. Strindberg ci racconta dell’arrivo di Carlsson ad Hemso: l’uomo dovrà badare alla gestione dei campi e delle attività di una fattoria, cercando di inserirsi nella famiglia della vecchia padrona, le sue serve e gli altri, tra cui un figlio abbastanza restìo a collaborare. La scalata sociale di Carlsson avrà i suoi alti e bassi e, tra calcoli e secondi fini, arriverà l’amara conclusione. Una scrittura ricca e come dicevo frizzante ci immerge totalmente nella vita quotidiana di questa famiglia di contadini e pescatori: sembra di essere all’interno della casa quando fuori nevica, sembra anche a noi di scaldarci bevendo acquavite e non possiamo non seguire con ironia le vicende dello scaltro Carlsson, diverso da questo semplice microcosmo e forse troppo ambizioso per raggiungere veramente qualche risultato. Dinamiche realistiche, dialoghi scoppiettanti per una messinscena effettivamente teatrale (Strindberg è più famoso come drammaturgo) che si può ravvisare nelle splendide descrizioni degli interni o nei personaggi, così ben definiti nei loro ruoli. Una piacevole scoperta per una lettura leggera, ma dal sapore classico.

“Era ormai una mattina di fine giugno, abbagliante nella sua limpidezza, il cieloe era biancoazzurro come latte scremato e isole, piccole isole, isolette, faraglioni, scogli, erano sparsi e così dolcemente stemperati nell’acqua che non si poteva dire se appartenessero alla terra o al cielo.”

Annunci

One thought on “Gli abitanti di Hemsö (1888) di August Strindberg

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...