Her (2013) di Spike Jonze

Her2013recensioneTorno a scrivere dopo un bel po’ per segnalare un film, non uno qualsiasi, bensì quello che di recente ha suscitato in me più di un’emozione. Her (Lei nella versione italiana) è un film di genere fantascientifico (?) del 2013 in uscita da noi nelle prossime settimane, diretto da Spike Jonze, autore interessante che ho sempre tenuto d’occhio. Scritto, sceneggiato e diretto da Jonze, il film ci presenta un futuro prossimo in cui la tecnologia è avanzata, l’incomunicabilità tra gli uomini è ormai al limite e sempre più uomo e macchine interagiscono. Il protagonista, Theodore, lavora per una società che scrive lettere personalizzate, è anche molto bravo nel mettere nero su bianco sentimenti e idee dei clienti che utilizzano questo servizio, ma è depresso a causa della fine del suo matrimonio e vive nella solitudine del suo grande appartamento, giocando ai videogames e sfuggendo al contatto umano. Convinto da una pubblicità, Theodore acquisterà, per gestire tutte i suoi dispositivi informatici, un nuovo sistema operativo, OS1, dotato di intelligenza artificiale e in grado di evolversi: dopo aver scelto l’opzione di genere femminile, Theodore inizierà a dialogare con Samantha (questo il nome dell’OS) fino a stringere con lei una vera e propria relazione amorosa. Molti sono gli argomenti toccati dalla pellicola con genuinità e sincerità, dalla degenerazione della tecnologia alla solitudine dell’uomo moderno, dall’incomunicabilità a questioni di natura etico-scientifica, ma nello stesso tempo si analizzano le fasi delle normali storie d’amore, gli inizi, la passione e la fine attraverso una dimensione molto intima che difficilmente troviamo nel cinema. Pur amando storie molto romantiche, devo dire che in questo caso si evita di cadere nella stucchevolezza, prediligendo la naturalezza di certe dinamiche sentimentali. her_recensioneHo trovato quasi geniale la costruzione del “personaggio” di Samantha (la cui voce è di Scarlett Johansson): la sua evoluzione, il suo stupirsi delle piccole cose, la sua voglia di esplorare il mondo fuori dalla scheda madre fanno forse più commuovere della storia d’amore in sè. Splendida anche questa Los Angeles del futuro, estremamente moderna e popolata di cui riusciamo a percepire l’atmosfera crepuscolare anche nelle tenui mattinate di sole.

Insomma ammetto di aver apprezzato molto questo gioiellino di film, ammetto che ci sarebbero altre cose da sottolineare, ma non saprei come continuare senza risultare pesante o anticipare troppo, dico solo che Her propone una fantascienza che mette al primo posto l’uomo rispetto alle fantasiose tecnologie futuristiche, anche grazie alla prova degli interpreti (Joaquin Phoenix, Amy Adams, Rooney Mara) e per questo entra di diritto tra i miei preferiti del genere. Non dimentico di segnalare la colonna sonora poco invasiva e delicata firmata Arcade Fire. Per chi fosse interessato consiglio la visione di I’m here, mediometraggio fantaromantico di Spike Jonze e questo bel post di Elvezio Sciallis sempre sul film in questione.

“I’ve never loved anyone the way I loved you.”

Annunci

2 thoughts on “Her (2013) di Spike Jonze

    • eh io so un romanticone quindi certe cose mi so proprio piaciute. diciamo che è il mio genere. Ma ho sentito molti delusi, annoiati etc quindi stai attento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...