Storie Impreviste (1979) di Roald Dahl

9788878193239_storie_imprevisteImprevista è stata innanzitutto la scoperta di questo autore: molto probabilmente alle scuole elementari avrò letto qualcosa delle sue produzioni per ragazzi, ma chissà perché non ho mantenuto memoria nè delle storie nè dell’autore. Negli anni poi ho scoperto che La fabbrica di cioccolato e Fantastic Mr. Fox sono entrambi film tratti da sue opere e casualmente sono incappato in uno dei racconti di questa raccolta, decidendomi finalmente a leggerli. Famoso quindi per le sue avventure per ragazzi, in questo caso abbiamo invece a che fare con un Dahl diverso, impegnato in storie dai tratti grotteschi e surreali, decisamente per adulti. I sedici racconti hanno una caratteristica comune, ovvero il finale imprevisto nel quale viene capovolta tutta la vicenda raccontata o viene solleticato lo stupore del lettore con colpi di scena alquanto beffardi. Protagonisti sono persone comuni, in alcuni casi della buona società, alle prese con paranoie e situazioni particolari che improvvisamente sconvolgono la loro vita: la cosa che ho trovato interessante, più che la schematicità con cui ogni storia viene proposta, è il fatto che le vicende siano generate molto spesso da ossessioni insite nei personaggi, turbe che esplodono in un momento, generate da impressioni momentanee (Il comandone) o novità improvvise (Cosciotto d’agnello, Lizst). C’è quindi da divertirsi (Il diletto del pastore), in alcuni casi anche da spaventarsi (L’affittacamere) di fronte alla maestria con cui l’autore ci porta in queste vite, in queste realtà tutto sommato molto normali nelle quali lo sconvolgimento è dietro l’angolo.  Non manca nemmeno un tocco fantascientifico (William e Mary, Pappa reale), perfetto per alimentare quest’aria grottesca che si respira nella raccolta.  Un volume che consiglio senza ombra di dubbio, la lunghezza dei racconti non è impegnativa e si lascia leggere in poco tempo, ottimo per spezzare letture più corpose e per conoscere un autore da un diverso punto di vista.

“Stupita, con un senso di freddo addosso, si riscosse a poco a poco e rimase lì a guardare il corpo a terra, sbattendo le palpebre, sempre stringendo con ambedue le mani quel ridicolo pezzo di carne. Benissimo, si disse. Così l’ho ucciso.”

Annunci

3 thoughts on “Storie Impreviste (1979) di Roald Dahl

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...