Notturni Hollywoodiani (1994) di James Ellroy

notturni_hollywoodiani_recensioneHo adorato Ellroy con il famosissimo L.A. Confidential, divenuto film altrettanto famoso ed entrato nel mondo del noir per rimanerci come vero e proprio classico. L’autore è debitore di maestri come Chandler, ma le sue opere sono ricche di forte personalità, anche grazie al suo vissuto particolare. In questo caso ho deciso di riassaporare il mondo della Los Angeles anni ’50 attraverso un’antologia contenente un romanzo breve e cinque racconti che propongono personaggi ricorrenti in altri romanzi. La formula è sempre la stessa: intrighi torbidi che seguono il mondo dello spettacolo e della criminalità organizzata (spesso sovrapposti) in cui si muovono poliziotti corrotti, ex criminali, prostitute e detectives privati. Bastano poche parole per apprezzare l’atmosfera fumosa dei locali notturni, per sporcarci le mani col denaro di una rapina, per temere di essere freddati in una resa dei conti, il tutto filtrato dal racconto in prima persona dei protagonisti, elemento fondamentale della narrazione noir per eccellenza. Con questa antologia ho scoperto di apprezzare, parlando di noir, molto di più le storie brevi rispetto ai grandi romanzi, o meglio un Chandler non mi stancherebbe mai, ma la struttura spesso complessa retta da molti personaggi, doppi e tripli giochi, risulta a tratti pesante e poco scorrevole (almeno per me). Nei racconti non c’è stato questo pericolo ed ogni storia ha saputo accattivarmi, presentandomi personaggi stereotipati sì, ma incisivi e vicende meno intrigate del solito. Oltre al romanzo breve Il blues di Dick Contino, preceduto da una tosta introduzione dell’autore e avente come protagonista una rivisitazione personale ed eroica del musicista realmente vissuto Dick Contino, mi hanno convinto molto Conflitto d’interessi e Canzone d’amore, due racconti che vedono al centro della storia la classica femme fatale di turno: nel primo caso la ragazza fa girare la testa al boss Mickey Cohen e al produttore Howard Hughes, nel secondo è una donna a sconvolgere le ricerche di un detective privato. Mi sento quindi di consigliare questa raccolta agli appassionati del genere, ma anche soprattuto a chi si avvicina al mondo del noir, dato che vi si ritrovano tutti gli elementi fondamentali condensati e riprodotti secondo lo stile personale e a volte brutale del grande Ellroy.

“Sono ricordi per metà sepolti che mi parlano. La loro origine è sempre la stessa: Los Angeles…”

Annunci

One thought on “Notturni Hollywoodiani (1994) di James Ellroy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...