Mozart in the Jungle – stagione 1

Mozart-in-the-Jungle-season-1Mi rivolgo a chi ha sempre simpatizzato per la musica classica in generale, attratto da nozioni e sensazioni, ma non ha mai approfondito, a chi a scuola trovava interessanti i notturni di Chopin e le sonate di Beethoven e si azzardava ad acquistare qualche cd di opera omnia in edicola: ecco questa serie prodotta da Amazon sembra perfetta per questo tipo di spettatore e ovviamente anche per i cultori veri e propri della musica. Siamo a New York e l’orchestra filarmonica sta per essere svecchiata, cambiando direttore con la nomina del giovane ed eclettico Rodrigo de Souza, enfant prodige della scena contemporanea. In tutto ciò c’è la giovane Hailey, suonatrice di oboe, che si barcamena nella città dando ripetizioni e che riesce a cogliere l’assurda opportunità di suonare nell’orchestra: l’arrivo di Hailey ci porterà a conoscere il dietro le quinte di un mondo fatto di ripicche, invidia, talento e passione per l’arte.

giphy

Le dinamiche proposte sono quelle tipiche di una serie tv drama: relazioni, tradimenti, competizione, successo, feste, il tutto attraverso personaggi affascinanti e ben tratteggiati. La cosa che mi ha colpito, magari sembrerà banale, è come la musica in questo caso non sia solo un prezioso sottofondo o lo scenario su cui si muove la storia, ma sia anche un veicolo, un mezzo per far muovere la storia: ad esempio Rodrigo sceglie un’opera che prevede un oboe in più affinché possa far suonare anche Hailey, stessa cosa farà nell’ultima puntata, ovvero usando i suoi mezzi – la sua profonda conoscenza delle opere classiche – per far fare le cose che vuole agli altri, compresa quella pazza della moglie Ana Maria. E’ una cosa semplice, ma è efficace e rende onore sia alla musica trattata, sia allo spessore dei personaggi e alla loro interazione: Rodrigo in ciò è caratterizzato alla perfezione e nella sua persona racchiude il senso della serie, quello cioè di esplorare il mondo della musica classica in chiave “pop” tra droghe, sesso e altre assurdità varie.

giphy2

Commuove la sua dedizione all’arte, il suo essere sopra le nuvole (ma non troppo), il suo voler sperimentare e la sua fisicità ispanica in questo è importante e resa al meglio da quel grande attore che è Gael Garcia Bernal, attore che seguo da tempo e che mi ha sempre positivamente impressionato. Segnalo anche la presenza dell’istrionico Malcolm McDowell nel ruolo del precedente direttore d’orchestra, anziano ma ancora combattivo e inizialmente impotente nei confronti di Rodrigo.  Una serie leggera, almeno la prima stagione, nel senso più alto che si può dare al termine “leggera” che riesce ad appassionare senza strafare, intrattenere con stile e divertire senza ridicolizzare il mondo della musica classica.

“Nothing matters when you like music, right?”

Annunci

7 thoughts on “Mozart in the Jungle – stagione 1

  1. E’ un’avventura romantica che fa venire voglia di avere gli occhi azzurri, pochi soldi e una stanza a NY. Ma soprattutto che ci fa schifare i nostri lavori così poco artisticamente impegnati.
    Carina ma sulla lunga un po’ troppo surreale.

    • Che poi, sti pochi soldi a NY vorrei vedere quanto pochi sono.. 🙂 vediamo come prosegue, nel frattempo facciamo un ripasso di musica.

  2. Come dici tu, è una serie “”leggera” nel senso che fa divertire senza creare troppe pretese o strafare su quelli che sono i temi fondamentali della trama: la musica e il rapporto tra Rodrigo e Hayley! Io l’ho adorata e ho continuato ad adorarla anche nelle successive stagioni, perché la musica non perde il proprio ruolo centrale e perché permette di conoscere un genere non sempre compreso i comprensibile per il grande pubblico!
    E poi, credo che il personaggio di Rodrigo sia geniale!!

  3. Terza stagione a partire da questa sera su Sky Atlantic. Si comincia con un po’ di luoghi comuni sugli italiani – ahinoi – e con Monica Bellucci che non riesce a essere credibile nemmeno quando finge di cantare, ma va bene così. Attendo la tua recensione 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...