Il Miracolo (2018) di Niccolò Ammaniti

1779Il Miracolo è, va subito detto, un piccolo miracolo nel mondo della serialità contemporanea italiana. Ammaniti torna ad incantare il suo pubblico, non con un romanzo, ma con una serie “evento” prodotta da sky in otto splendide puntate di cui vivamente spero di non vedere mai un seguito. Lo dico perché il racconto, la storia, quello che abbiamo visto è, a mio avviso,  perfetto così. Siamo in Italia, un paese diviso a pochi giorni dal Referendum che valuterà l’uscita del paese o meno dall’Europa, durante un’operazione della polizia in un nascondiglio mafioso viene ritrovata una madonnina che piange ininterrottamente sangue. I militari nella segretezza più totale, insieme a scienziati genetisti, coinvolgeranno il Primo Ministro Pietromarchi il quale dovrà decidere cosa farne e se rendere di dominio l’inspiegabile fenomeno in un momento storico così particolare. La storia, anche attraverso flashback sul luogo di ritrovamento della statua, ci presenta i personaggi coinvolti, dalla disfunzionale famiglia del Primo Ministro, al suo amico prete con i debiti di gioco, la scienziata testarda e il militare fatalista in un contesto attualissimo e profondamente reale.

image-kM0B-U434901074082403WjB-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Si dibatte sulla natura del fenomeno, le cause, la motivazione, se sia un segnale divino o uno scherzo demoniaco: chi ha perso la fede forse potrà ritrovarla, chi mai l’ha avuta avrà modo di aprire gli occhi? Domande che non avranno una risposta tra colpi di scena, morti improvvise, indagini assurde, drammi familiari e momenti al limite del grottesco come un vero Ammaniti sa costruire.  L’intento dell’autore è chiaramente quello di mostrare le reazioni di fronte alla madonna dei personaggi coinvolti, è l’elemento scatenante di una serie di azioni e scelta, indistintamente dal significato che esso abbia: il miracolo è di per se qualcosa di inspiegabile, anche di fronte all’esito di esami scientifici e Ammaniti si attiene a ciò per tutte le puntate con un certo rigore, soffermandosi invece sulle dinamiche dei personaggi.

1527010966_2-1

Attori in splendida forma aiutano nell’impresa e siamo di fronte ad un prodotto ad alto livello in grado, se vogliamo, di competere con titoli altisonanti come The Leftovers (è un caso che entrambe mi siano piaciute molto?), in cui l’eleganza della forma si sposa con un contenuto mai banale in grado di stimolare riflessioni post visione. Tra citazioni bibliche, una Bellucci all’improvviso, monoliti onirici e piscine abbandonate Ammaniti fa il miracolo, ci fa sperare in una serialità nuova, intelligente e appassionante. Da vedere.

Annunci

3 thoughts on “Il Miracolo (2018) di Niccolò Ammaniti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...