Belli e dannati (1922) di Francis Scott Fitzgerald

belliedannatiFinito di leggere il suo per me terzo romanzo, posso affermare che Francis Scott Fitzgerald sia uno dei miei scrittori preferiti: si confermano infatti tutti gli elementi che mi avevano convinto ne “Il grande gatsby” e”Dii qua dal paradiso” ovvero lo stile inconfondibile (la sua cosiddetta “allusività magica“), la vicenda quasi paradigmatica e l’ambientazione struggente e affascinante. Continua a leggere

Annunci