To Be continued (2014) di Lorenzo Ghetti

titoloDa ormai qualche anno uno dei dibattiti più caldi nel mondo del fumetto riguarda il suo rapporto con le tecnologie digitali. Se sul fronte del processo creativo l’informatizzazione è stata metabolizzata e accettata, sul fronte della fruizione il discorso appare molto più complesso e problematico coinvolgendo l’essenza stessa del mezzo.
Personalmente trovo ancora il supporto cartaceo lo strumento principe attraverso cui il fumetto si esprime. Non posso non ammettere una certa tendenza conservatrice a favore della carta ma, se per il libro ammetto si possa trattare di un banale Continua a leggere

Rapsodia Ungherese (1982) di Vittorio Giardino

300-rapsodia-ungherese-cover-Quando acquisto un libro di cui sono particolarmente interessato non riesco mai ad iniziarne la lettura in breve tempo; intraprendo un percorso di attesa direttamente proporzionale alle speranze riposte nel volume. Il medesimo meccanismo si è innescato anche con il presente fumetto allontanando il momento della lettura da quello dell’acquisto di circa sei mesi.
Credo che questo piccolo aneddoto abbia descritto al meglio la fiducia da me riposta (nell’ormai Lucca Comics 2014) in Rapsodia Ungherese; fiducia, ormai posso dirlo, pienamente ripagata.
Prima di entrare nel vivo della recensione colgo l’occasione per segnalare Fumettology, serie di documentari sulla nona arte prodotta dalla Fish-Eye Video (andati in onda su RAI4 Continua a leggere

Colombo (1976) di Francesco Tullio Altan

copertinaEd eccomi nuovamente a recensire un altro dei miei acquisti lucchesi. Questo nuovo volume mi consente finalmente di ringraziare e segnalare il blog Over the Roofs tenuto dal preparatissimo e sempre disponibile Ned; in particolare mi sento di consigliare a tutta la lettura della rubrica 300 per me fonte costante di suggerimenti fumettistici (non ultimo proprio l’attuale Colombo). Grazie a questo blog si riscoprono grandi opere del fumetto mondiale con un particolare occhio di riguardo al panorama italiano, mai parco di magnifiche opere.
Colombo, come è facile intuire, ripercorre le gesta del noto navigatore genovese, seguendolo nella sua più celebre avventura.
Fin dalle prime tavole è evidente l’intento dissacrante dell’opera. L’idea è quella di Continua a leggere

Il marchio giallo (1953) di Edgar P. Jacobs

titoloNel percorso che intendo intraprendere nel mondo del fumetto una delle prime tappe non poteva che essere quella franco-belga di metà novecento.
Insieme ad Hergé(creatore di Tin Tin) Jacobs è considerato uno degli esponenti più influenti della corrente che prende il nome di Linea Chiara e che caratterizzerà, quando ancora non caratterizza, tutta la produzione d’oltralpe.
A questo punto credo sia doverosa una precisazione, Linea Chiara nella sua accezione più ampia non Continua a leggere

Capire il fumetto (2007) di Scott McCloud

ImmagineEccoci finalmente alla prima recensione del periodo fumetti.
Nelle iniziali intenzioni mi sarebbe piaciuto pubblicare questa recensione con qualche settimana d’anticipo ma il volume si è rivelato più impegnativo del previsto e ho ritenuto necessaria una seconda lettura.
Ho deciso di iniziare la mia avventura dal testo di Scott McCloud in quanto mi ero reso conto di non possedere alcuno strumento critico per poter comprendere questo particolare linguaggio. La scuola elementare, media e superiore preparano l’alunno esclusivamente Continua a leggere

Romeo e Giulietta (1976) di “Shakespeare” riduzione Sigma disegni Gianni de Luca

ROMEONovembre è il mese della più importante fiera fumettistica (e non solo) d’Italia ed io, in quanto appassionato, non sono mancato nemmeno a questa edizione. Quest’anno la gita a Lucca è stata particolarmente avventurosa e per la prima volta tutto lo staff di “Recensioni Amichevoli” ne ha preso parte, accompagnati da un comune amico blogger; potete leggerne un divertente resoconto qui.
Dopo un preambolo del genere è superfluo aggiungere che la recensione di oggi verterà su un fumetto Continua a leggere

Akira (1982) di Katsuhiro Otomo

ImmagineInauguro la categoria fumetto con un grande classico dell’editoria giapponese, il quale dubito (sono ottimista) qualcuno possa non conoscere.
Prima di iniziare vorrei ringraziare chi mi ha realmente convinto nel cimentarmi in questa lettura,  SACRAMEN del forum ILOVEPINGPONG (il mondo è strano).
Data la vastità dell’opera ho deciso di affrontare questa recensione in maniera più ordinata del solito. Cercherò di analizzare dapprima gli elementi più immediati per passare successivamente a quelli più complessi.
Ho acquistato la versione collection composta da Continua a leggere