La luna è tramontata (1942) di John Steinbeck

$(KGrHqF,!o8FBkd2ctLCBQhs6DNe7g~~60_35Sono rimasto folgorato da Steinbeck dopo aver letto “Furore“, acquistato per caso nel reparto libri usati di una grande libreria, e poi, avendo scoperto di avere in soffitta vecchie edizioni di libri dell’autore, comprate a suo tempo da mio padre ho recuperato quella de “La luna è tramontata“. Continua a leggere

L’arte della guerra (III secolo a.c.) di Sun Tzu

ImmagineNon è facile recensire un libro del genere; si tratta di una sorta di decalogo sulla guerra e sulla sua importanza all’interno dello stato.
L’importanza di questo libro è prima di tutto storica, è il primo tentativo conosciuto di formulare una didattica della guerra considerando non solo aspetti generici ma anche specificatamente pratici come potrebbe essere l’utilizzo del fuoco o la scelta del tipo di terreno.
Chiaramente vista la tipologia di libro è impossibile effettuare una recensione classica, si possono comunque ricavare delle considerazioni generali.
Quello che mi ha colpito maggiormente è la ferrea logica presentata nei precetti, siamo di fronte ad un libro che probabilmente è stato scritto più di 2000 anni fa eppure non c’è traccia di superstizione, Continua a leggere

E johnny prese il fucile (1939) di Dalton Trumbo

preseilfucileArrivo alla lettura, come spesso mi accade, dopo aver visto il film, ma fortunatamente essendo passato moltissimo tempo dalla visione, posso dire di aver apprezzato e gustato appieno la lettura di un libro tanto particolare quanto significativo. Trumbo, finito in prigione durante il maccartismo, scrisse questo suo manifesto antimilitarista in seguito a fatti accaduti e poco prima dell’ingresso degli Stati Uniti nel secondo conflitto mondiale. Continua a leggere