I pascoli del cielo (1932) di John Steinbeck

image_book-phpAvevo bisogno di una bella lettura consolante, a tratti non impegnativa e mi sono lasciato trasportare nella valle che Steinbeck chiama “pascoli del cielo”, tra luoghi selvaggi e rigogliosi, a conoscerne gli abitanti e le loro storie. Viene considerato un romanzo ma è in effetti una raccolta di racconti più o meno brevi il cui elemento comune è appunto il luogo di ambientazione.  Continua a leggere

Racconti per l’Estate: da Fitzgerald a Buzzati, passando per Carver e Melville

racconti_estateIn quest’ultimo mese, tra trasferte marittime e gite al lago, il tempo per la lettura, la visione di film e quant’altro si è visibilmente ridotto ed avevo come la sensazione che solo dei racconti potessero colmare a dovere quei piccoli ritagli di tempo che avevo. E’ così che mi sono armato di autori che conoscevo e sono andato alla scoperta di alcune raccolte di racconti, per l’esattezza La boutique del mistero di Dino Buzzati, Bartleby lo Scrivano di Hermann Melville, Di cosa parliamo quando parliamo d’amore di Raymond Carver e Racconti dell’età del Jazz di Francis Scott Fitzgerald. Continua a leggere

A Venezia… un dicembre rosso shocking (1971) di Daphne du Maurier

veneziamaurierGli incontri più impensati capitano casualmente. E’ successo così con questa raccolta di racconti che ho scovato verso le 1:30 di notte in una bancarella nei pressi di un concerto ska. Mi ha attirato il titolo, lo stesso di un film cult anni ’70, tratto appunto dal primo dei cinque lunghi racconti di questo libro e non posso dire di essere rimasto deluso. Continua a leggere

Cattedrale (1983) di Raymond Carver

cattedraleUna delle cose più belle della lettura è imbattersi in autori non conosciuti e innamorarsene. Girando su facebook, Cattedrale era un titolo ricorrente e ho deciso di affrontare il volume praticamente a occhi chiusi, senza sapere a cosa andavo incontro e forse è stato meglio così. Continua a leggere