Ranxerox (1978) di Stefano Tamburini, Tanino Liberatore

copertinaQuando scrivo una recensione cerco sempre di focalizzare la mia concentrazione sull’opera e tralasciare, o comunque limitare, l’approccio filologico.
E’ però impossibile parlare di Ranxerox senza, almeno brevemente, ricordare la sua provenienza storica.
Si tratta di un fumetto nato dall’importante scena underground di fine anni ’70 inizio ’80, apparso per la prima volta su Cannibale e reso noto da Frigidaire.
Un compito arduo, quello di descrivere in poche righe l’importanza e la forza innovatrice che queste pubblicazioni hanno avuto in quegli anni e negli anni a venire, forse ricordare alcuni dei nomi ospitati in quelle pagine potrebbe essere più esplicativo: Andrea Pazienza, Continua a leggere

Annunci

Ragazzi di vita (1955) di Pier Paolo Pasolini

ragazzi di vita recensioneLe opere cinematografiche di un autore come Pasolini mi hanno sempre in un modo o nell’altro lasciato qualcosa, una riflessione, un senso di disgusto, un’ispirazione, insomma tutto tranne l’indifferenza. Non avevo mai letto nulla di suo e ho deciso di approcciarlo con questo romanzo, Continua a leggere

Quer pasticciaccio brutto de via Merulana (1957) di Carlo Emilio Gadda

ImmagineDopo più di sei mesi riesco finalmente a scrivere la recensione del libro che stavo leggendo e per essere chiari, sì ho impiegato 6 mesi per leggere questa famosissima opera di Gadda.
Ho iniziato a leggere il libro con molto entusiasmo, volevo leggerlo da tempo e nella mia testa mi ero fatto l’idea che sarebbe stato un libro che avrei apprezzato.
Le difficoltà invece si sono presentate subito, il libro infatti non scorre benissimo, almeno dal mio punto di vista; come è noto vengono utilizzati diversi stili e forme linguistiche, si va infatti dall’italiano altissimo fino al romano di borgata passando per il napoletano e il fiorentino. Questa mescolanza resa sicuramente omogenea dall’autore risulta difficile però per il lettore (almeno per me): il lavoro di Gadda sul dialetto è Continua a leggere

Gli Occhi e il Buio (2007) di Gigi Simeoni

occhiNon avevo mai letto un romanzo a fumetti e devo dire che come esordio personale, non posso proprio lamentarmi. Ho ricevuto in prestito questo volume da chi di fumetti se ne intende e, pur avendo tardato nella lettura, alla fine mi ci sono immerso. Continua a leggere