Racconti (1920-1941) di Stefan Zweig

ImmagineChi legge le mie recensione non avrà difficoltà a capire come sia arrivato alla lettura di questa raccolta. Quel “Novella degli scacchi” in copertina era troppo allettante per un appassionato del nobil giuoco come me.
Nel volume sono presenti tre racconti brevi particolarmente interessanti, ho deciso quindi di optare per una trattazione singola per ognuno di essi.

Novella degli scacchi

Si tratta di un racconto molto conosciuto e spesso citato in ambito scacchistico. Quale giocatore non si esalterebbe nel Continua a leggere

Annunci

L’arte della guerra (III secolo a.c.) di Sun Tzu

ImmagineNon è facile recensire un libro del genere; si tratta di una sorta di decalogo sulla guerra e sulla sua importanza all’interno dello stato.
L’importanza di questo libro è prima di tutto storica, è il primo tentativo conosciuto di formulare una didattica della guerra considerando non solo aspetti generici ma anche specificatamente pratici come potrebbe essere l’utilizzo del fuoco o la scelta del tipo di terreno.
Chiaramente vista la tipologia di libro è impossibile effettuare una recensione classica, si possono comunque ricavare delle considerazioni generali.
Quello che mi ha colpito maggiormente è la ferrea logica presentata nei precetti, siamo di fronte ad un libro che probabilmente è stato scritto più di 2000 anni fa eppure non c’è traccia di superstizione, Continua a leggere

La rivincita di Capablanca (2008) di Fabio Stassi

ImmagineEcco un libro che consiglierei veramente a tutti, scritto bene, interessante e particolarmente avvincente. Prima di tutto qualche premessa, Capablanca è un campione del mondo di scacchi realmente esistito, cubano di nascita ha giocato nei due periodi divisi dalla seconda guerra mondiale. La mia passione per gli scacchi mi porta a conoscere in maniera più approfondita il personaggio, come tutti gli appassionati mancando di un vero talento ci si appassiona degli aspetti accessori del gioco, era un novello Rodolfo Valentino eccelleva negli scacchi come in molti altri sport, la sua immagine era ben lontana dallo stereotipato misantropo dello scacchista classico.
Altro personaggio principale del romanzo è, Continua a leggere