Tre camere a Manhattan (1946) di George Simenon

tre camereFrançois, un tempo famoso attore trasferitosi ora a New York in cerca di fortuna, vive le sue giornate nella più profonda solitudine fino a quando nel bar sotto casa incontra Kay, sola e allo sbando: i due inizieranno una storia travolgente e passionale dal futuro incerto. Continua la scoperta degli audiolibri del programma “Ad alta voce ” di RadioRai, Continua a leggere

Annunci

La mia notte con Maud – Sei racconti morali (1974) di Eric Rohmer

41QU4p6b13L._SX313_BO1,204,203,200_In questi racconti morali vediamo uomini e donne alle prese con storie d’amore sul punto di nascere, storie soltanto immaginate, avventure evitate, interessi stuzzicati e fedeltà messe alla prova, il tutto esclusivamente dal punto di vista maschile; un uomo sempre al centro di dilemmi tra l’azione amorosa e la propria etica sentimentale, mostrando così una sfaccettatura della società borghese dell’epoca. Dopo questa lettura mi sono riproposto di avvicinarmi al cinema di Rohmer, Continua a leggere

Arancia meccanica (1962) di Anthony Burgess

indexArancia meccanica è stato per me IL film pluricensurato, impossibile da vedere negli anni ’80 se non andando a comprare la videocassetta (non si trovava nemmeno nei videonoleggi), poi crescendo ho imparato a conoscere Kubrick, ho avuto modo di rimanere stupito dal mondo dell’ultraviolenza di Alex, a farmi venire i brividi ascoltando la colonna sonora e a immaginarmi il futuro un po’ deviato come quello del Korova milk bar. Continua a leggere

Intervista Doppia: Il Nome della Rosa (la serie)

IlnomeDopo, non so quanti anni, intervista doppia. Una serie che nel bene ma soprattutto nel male ha messo d’accordo le anime di questo blog.

1) Perché hai deciso di vedere questa serie?

Alessandro Cruciani: Ho deciso di vedere questa serie poiché viviamo un’epoca d’oro per le serie televisive dal punto di vista della qualità e dello sforzo produttivo, quindi mi sembrava il momento giusto per aspettarmi qualcosa di veramente bello. Inoltre il mio collega di blog mi ha praticamente costretto a vederla, grazie Gc.

Gc: Se devo essere sincero non lo so ancora di preciso. Probabilmente è una delle poche volte in cui la pubblicità della Rai ha funzionato, anche piuttosto bene. Continua a leggere

La ferocia (2014) di Nicola Lagioia

jMzZ7BWq_U6NT3K5oANtEAUna ragazza cammina sul ciglio della strada, nuda e ricoperta di sangue, verrà trovata morta poche ore dopo: la causa accertata è suicidio. Si tratta di Clara Salvemini, la figlia del noto costruttore pugliese, la sua morte è uno shock che porterà a galla misteri, compromessi e porterà suo fratellastro Michele a tornare a casa per cercare di scoprire la verità. Continua a leggere

Trilogia della pianura (1999-2013) di Kent Haruf

haruffIn questa primavera che sembra non arrivare mai è capitata a proposito la lettura dei tre romanzi di Kent Haruf, bastava leggere due righe e in un attimo mi ritrovavo sugli altipiani del Colorado, sferzato dal vento, lungo strade di campagna o magari fermo ad un semaforo in un incrocio abbandonato, complice la temperatura quasi invernale, i temporali improvvisi e un certo torpore della stagione indecisa. Continua a leggere

No Geography (2019) di The Chemical Brothers

5c66a98ab44ec541fa658413_no geographySeguo i Chemical Brothers da ormai più di vent’anni e di loro amo dire che sono alcuni dei miei artisti preferiti in assoluto ma che non hanno però mai fatto un album che mi piaccia totalmente, dalla prima all’ultima traccia per intenderci. Forse con Surrender, uno dei primi dischi Continua a leggere